CONTRATTO DI VIAGGIO
IN VIGORE PER LA STAGIONE SPECIALE 2021/2022

 

  1. Il biglietto contiene e attesta le condizioni del contratto di viaggio stipulato tra il passeggero e l'Armatore. 

Il contratto di viaggio è regolato dalle indicazioni riportate sul biglietto, dalle norme delle seguenti condizioni e dalle disposizioni di cui al Libro III del Codice Commerciale della Repubblica del Cile.

  1. Il biglietto è valido unicamente per la nave, il viaggio e il passeggero in esso indicati. Pertanto, iIl passeggero, che non si avvalga della facoltà di posticipare o rinunciare al viaggio o che non si imbarchi sulla nave per il viaggio acquistato, perde ogni diritto allo stesso. 

Il biglietto emesso è nominativo, non trasferibile ad altre persone, senza previa autorizzazione scritta rilasciata dall’Armatore.

Nonostante la designazione della nave nel biglietto, l'Armatore può effettuare un viaggio contrattato, utilizzando indistintamente una delle navi, Stella Australis o Ventus Australis, con caratteristiche e condizioni simili.

  1. Il passeggero deve portare con sé il biglietto per l’intera durata del viaggio per il quale è stato emesso ed esibirlo ogni qualvolta venga richiesto dall'Armatore e/o dall'autorità marittima, sia al momento dell'imbarco, sia durante la navigazione e/o lo sbarco.
  2. Il passeggero deve confermare l'imbarco 48 ore prima della partenza. Inoltre, Il giorno dell’imbarco è tenuto a presentarsi nel luogo ed ora indicati dall’Armatore per effettuare il check-in.

Il passeggero, che desideri posticipare la data del viaggio indicata nel biglietto, deve inoltrare richiesta scritta alla Compagnia, che può, a sua discrezione, accettarla o rifiutarla. In caso di accettazione, il passeggero dovrà corrispondere all'Armatore una penale di US$ 100 (centodollariUSA) o il suo equivalente in pesos cileni, moneta legale corrente, nonché l’eventuale differenza di prezzo del biglietto relativo alla nuova data richiesta. 

Se il passeggero non avrà richiesto il posticipo del viaggio, o nel caso che tale richiesta non venga accettata dall’Armatore, si intenderà, a tutti gli effetti, che il passeggero stesso rinuncerà al viaggio se non utilizzerà il suo biglietto presentandosi all’imbarco, e si applicheranno quindi le norme previste per tale situazione nelle presenti condizioni.

  1. La data e l’orario di partenza indicati sul biglietto sono indicativi, il ché implica che la partenza della nave potrebbe venir posticipata per motivi climatici, per ordine delle autorità marittime, per motivi di sicurezza e benessere di uno o più passeggeri o per eventuali cause di forza maggiore o circostanze fortuite, senza che la Compagnia possa essere ritenuta responsabile e senza diritto per il passeggero di alcuna compensazione.

Allo stesso modo, la data e l’orario di arrivo nel porto di destinazione sono indicativi: si possono verificare anticipi o ritardi a causa di uno dei fattori sopra indicati, senza che l’Armatore possa essere ritenuto responsabile.

 

L’Armatore può annullare la partenza della nave per cause di forza maggiore o eventi accidentali e il passeggero, al verificarsi di tale situazione, non avrà diritto alla restituzione della quota corrisposta per l’acquisto del biglietto né al risarcimento danni di alcun tipo.

In caso di ritardo nella partenza della nave o nell'arrivo a destinazione, il passeggero avrà diritto, in quel lasso di tempo, al vitto e al pernottamento a bordo.

  1. Il prezzo del biglietto non include il valore delle tasse portuali da corrispondere nei porti di Punta Arenas (Cile) e Ushuaia (Argentina), né il valore dei visti, di eventuali tasse di immigrazione o tasse di reciprocità o di qualsiasi altro tipo, previste attualmente e in futuro per l’ingresso e/o partenza per/da le repubbliche di Cile e Argentina dei passeggeri. Tali tasse saranno addebitate ai passeggeri separatamente dal valore del biglietto o saranno pagate direttamente dal passeggero, a seconda dei casi.

Il prezzo del biglietto non include, inoltre, le mance elargite al personale a bordo della nave, gli acquisti effettuati presso le boutique di bordo, o qualsiasi spesa aggiuntiva sostenuta dal passeggero a causa di esigenze personali o circostanze che si presentano nel corso del viaggio, come ad esempio un'evacuazione medica richiesta dal passeggero o dalla sua famiglia.

  1. In accordo con le leggi vigenti, il Capitano èp l’autorità massima sulla nave, ed è incaricato del suo governo e guida, ed è investito della autorità e poteri per far rispettare le leggi e i regolamenti in vigore nella Repubblica del Cile, e in particolare la legislazione marittima, ed è investito della autorità pubblica per il mantenimento dell’ordine e della disciplina sulla nave.

Allo stesso modo, la legge stabilisce che i passeggeri devono rispetto e obbidienza al Capitano, in tutti gli aspetti relativi alla sicurezza della nave, del suo equipaggio e degli stessi passeggeri, e in questo senso sono obbligati a rispettare tutti i regolamenti e le norme stabilite all'Armatore per quanto concerne il trasporto dei passeggeri e dei loro beni, così come sono tenuti a osservare gli ordini del capitano della nave. È vietato l'accesso alle aree riservate della stessa.

In virtù di questa autorità, il Capitano potrà impedire l’imbarco o ordinare lo sbarco, o prendere altre misure nei confronti di quei passeggeri che rappresentino una minaccia fisica o psichica per la salute o l’integrità degli altri passeggeri o dell’equipaggio, o il cui comportamento non rispetti le norme di ordine o disciplina della nave, o che non si comportino secondo i regolamenti e le norme stabiliti dall’Armatore, o gli ordini del Capitano.  Lo sbarco del passeggero potrà essere effettuato in qualsiasi porto intermedio prima di arrivare a destinazione, e si potrà obbligare il suddetto passeggero ad alloggiare in quel porto e che provveda a proseguire per la destinazione finale a sua cura e a sue spese.  Tutto questo si intende senza pregiudicare una eventuale ulteriore responsabilità del passeggero a seguito di danni o detrimento che abbia potuto causare alla nave, all’equipaggio e/o agli altri passeggeri, ed eventuali sanzioni decise dalle autorità competenti.

  1. Il viaggio in oggetto è una crociera di spedizione, e la nave non dispone di ascensori né di sedili e installazioni speciali per persone disabili. I passeggeri con limitazioni fisiche dovranno consultare preventivamente l’Armatore per verificare quali dotazioni potranno essere fornite a bordo della nave per la realizzazione del viaggio.


 

 

Con la stipula del contratto di viaggio e l'imbarco sulla nave, il passeggero accetta le condizioni contrattuali senza avere diritto a promuovere azioni legali o risarcimenti di alcun tipo nei confronti dell'Armatore, per le conseguenze che tali condizioni possono causare, siano esse previste e/o impreviste, prevedibili e/o imprevedibili, soprattutto se il passeggero è disabile o non gode di uno stato di salute ottimale.

  1. Nel caso in cui un passeggero adulto viaggi con minori, si assumerà la completa responsabilità per la loro integrità e per l’osservanza delle misure di sicurezza della nave.
  2. È vietato ai passeggeri il possesso a bordo di armi da fuoco, di oggetti pericolosi o di qualsiasi altro esplosivo, nell'ambito della legge sul controllo delle armi, né di custodirli nel loro bagaglio o in cabina. Allo stesso modo, è posto divieto al possesso di droghe e sostanze stupefacenti proibite dalla legislazione cilena e/o argentina.

Il passeggero è responsabile di qualsiasi danno o perdita causata all’Armatore, ai suoi dipendenti e/o a terzi come conseguenza del trasporto o del tentativo di trasporto degli oggetti e delle sostanze di cui sopra.

  1. A bordo delle navi non sono ammessi gli animali.
  2. Ogni cabina dispone di una cassetta di sicurezza a disposizione del passeggero, per custodire, sotto la sua responsabilità, denaro, titoli di credito o altri oggetti di valore.

La cassetta di sicurezza si apre digitando un codice segreto, creato dal passeggero stesso, secondo le istruzioni affisse sul lato della stessa.

In considerazione di quanto sopra, la Compagnia non sarà responsabile dei danni subiti dal passeggero a seguito di qualsiasi perdita e/o danno, qualunque sia la causa e/o l'importo di denaro, titoli di credito, gioielli, monili o altri oggetti di valore, come lingotti d'oro o d'argento, monete, piatti, posate o utensili di metalli preziosi o di natura simile.

  1. La nave può navigare su qualsiasi rotta, entrare e uscire da qualsiasi porto, ritornare in porto, deviare e fare scalo in qualsiasi porto e/o altri luoghi o punti di sbarco, anche se non previsto dall'itinerario di viaggio, con o senza piloti o rimorchiatori, rimorchiare o essere rimorchiato e prestare aiuto ad altre navi in situazioni di difficoltà. Se obbligata da un ordine dell'autorità o per rispettare un regolamento o una legislazione applicabile alla navigazione, per ragioni di sicurezza o di tutela di uno o più passeggeri o per qualsiasi altro evento si configuri come causa di forza maggiore, la nave potrà anche non effettuare scali nei porti o nei punti di sbarco previsti dall'itinerario, e ciò non comporterà alcun diritto a risarcimento o compensazione per i passeggeri.
  2. La nave è libera di rispettare ordini o istruzioni impartite dalle autorità competenti, o que si dimostrino adeguate ad emenarle, nelle seguenti materie: carico, partenza, rotte, porti di scalo, interruzioni, trasbordi, scarico, arrivo a destinazione o altro ancora. Nel caso in cui, a causa dei suddetti ordini, l'Armatore non sia in grado di garantire lo sbarco dei passeggeri nel luogo di destinazione previsto nel biglietto, potrà effettuare lo sbarco in qualsiasi altro porto, e, nonostante ciò, il contratto di viaggio risulterà pienamente rispettato e la responsabilità dell'Armatore cesserà da quel momento in poi.

Di conseguenza, in questo caso, l'armatore non sarà obbligato a rimborsare al passeggero l'importo totale o parziale del suo biglietto o a pagare o organizzare il trasporto del passeggero fino alla sua destinazione, né a risarcirlo delle spese che potrebbe sostenere durante il suo soggiorno a terra in attesa di continuare il suo viaggio verso la sua destinazione o per qualsiasi altra motivazione.

  1. I passeggeri che sbarchino per loro decisione, temporaneamente o interrompendo il viaggio in porti o scali intermedi, dovranno sostenere le spese del loro soggiorno a terra, così come tutte le spese di imbarco e sbarco e le eventuali tasse previste.

Se il passeggero non si presenta a bordo all'ora stabilita per l'imbarco nel porto di partenza o in un porto di scalo o in quello in cui è sbarcato volontariamente, il comandante potrà intraprendere il viaggio senza obbligo di attesa del passeggero stesso, il quale non potrà esigere la restituzione dell'importo del viaggio pagato, né qualsiasi altro risarcimento o indennità.

  1. Qualora il viaggio sia temporaneamente interrotto a causa di responsabilità imputabile all'Armatore, il passeggero avrà diritto all’alloggiamento e ai pasti, ma non potrà esigere un indennizzo supplementare.
  2. Fatte salve le altre condizioni di cui sopra, l’Armatore è esonerato dall'adempimento degli obblighi derivanti dal contratto di viaggio, senza per questo incorrere in alcun obbligo nei confronti del passeggero di restituzione dell'importo del biglietto o di risarcimento danni, in caso di forza maggiore o evento accidentale.
  3. Per tutte le situazioni di cui ai paragrafi precedenti, sono considerati “cause di forza maggiore o eventi accidentali”, le misure sanitarie imposte dalle autorità nazionali nel porto di partenza o di approdo che possano impedire la partenza o l'approdo e/o le restrizioni imposte dalle autorità nazionali o internazionali che limitino o impediscano l'accesso dei passeggeri al porto di partenza o la realizzazione di viaggi di turismo marittimo.
  4. Se il passeggero desidera stipulare una polizza viaggi per tutelarsi da ogni possibile, rischio relativo alla salute, morte, assistenza in viaggio, perdite o danni, o qualsiasi altro imprevisto che potrebbe danneggiare la sua persona o il suo bagaglio durante il viaggio, dovrà acquistare un’assicurazione di viaggio o simile presso un’agenzia di assicurazioni a sua scelta.

Va comunque segnalato che l’Armatoredispone di un’assicurazione di responsabilità civile per rispondere di eventuali perdite o danni accidentali che possano subire il passeggero e/o i suoi beni a bordo della nave. La responsabilità dell’Armatore è regolata dalle norme del contratto di viaggio e dalle disposizioni del Libro Terzo del Codice Commerciale Cileno.

  1. Nel caso in cui il passeggero causi danni alla nave, al suo equipaggiamento, ai suoi beni mobili, o alla proprietà o ai beni dell’Armatore, sarà tenuto ad indennizzare l’Armatore stesso.
  2. Qualsiasi controversia che possa sorgere tra il passeggero e l’Armatore sarà soggetta alle disposizioni del Libro III del Codice Commerciale della Repubblica del Cile.

 

 

Agenzie di Viaggio e degli operatori